­
Faq impianti videosorveglianza ipvsion
Domande frequenti su archiviazione illuminatori obiettivi e sensori pixel in pillole impianti domotici interni ed esterni di videosorveglianza ip wifi dvr mobotix samsung hik vision per aziende e privati in italia.
R.Pierre Digital opera nel settore ICT e Telecom dal 1994.

Ha sviluppato un modello di ricerca e sviluppo, di progettazione e vendita, basato su ricerca dell’eccellenza e partnership internazionali consolidate, innovazione tecnologica e soddisfazione del cliente.

Tutte le soluzioni proposte da IP VISION, sono perfettamente integrabili nella domotica, nella building automation, nella videosorveglianza e nella videocitofonia evoluta, nel monitoraggio di ambiti residenziali e aziendali, nella lettura targhe, nel controllo accessi.

Professionisti di tecnologia, tecnici di laboratorio certificati e qualificati, key account e sales assistant sono le figure professionali coinvolte. IP VISION si occupa di tecnologia, sistemi e progetti di ripresa e registrazione su IP con particolare focus sulla sicurezza e la supervisione a 360°.

Per ottenere il riconoscimento di un oggetto (autoveicolo, mezzo, ecc..) o di una persona, è stato stimato che serve, come minimo, una risoluzione di 80px per metro.

Se vogliamo ad esempio identificare la targa posteriore di un auto servono circa 145px per metro, mentre per l’identificazione di una persona sono indispensabili 250px per metro.

Ecco di seguito la formula per calcolare la densità in pixel necessaria per rispondere, sia in fase di progetto che di installazione, a delle richieste specifiche, permettendoci così di scegliere il tipo di prodotto adatto alle nostre esigenze.

 

numero di pixel (in questo caso prendiamo come esempio la risoluzione della telecamera scelta)

—————————————————————————————————————–

campo di visione in metri

Cosa tenere in considerazione nella scelta dello switch:

  • numero di dispositivi da collegare che necessitano di alimentazione
  • potenza massima per ogni dispositivo/telecamera da collegare

Se abbiamo uno switch 8 porte PoE da 7,5 Wat, potremo collegare fino a 8 dispositivi che hanno un consumo massimo di 7,5wat cadauno.

Uno degli aspetti spesso trascurati nel progetto di impianti di videosorveglianza è l’illuminazione. La tendenza è quella di richiedere telecamere ad alta qualità e sensibilità di sensori, senza porsi domande specifiche relative all’illuminazione della scena.

Molte telecamere odierne, grazie all’alta qualità dei sensori, non necessitano di illuminatori esterni, ma non è la regola. Condizione di luce poco uniforme, non permettono di sfruttare adeguatamente la sensibilità di queste. Risultato? Frame di immagini di scarsa qualità.

Ma in base a cosa lo determiniamo?

La prima cosa da tenere in considerazione è l’apertura focale della lente montata a bordo telecamera e la profondità di campo da raggiungere.

Ad esempio: se abbiamo una lente con apertura di 80° e il punto di ripresa ad una profondità di 15mt, potrebbe essere sufficiente un illuminatore entry level. Se la profondità fosse invece di 35mt, sarebbe necessario valutare l’acquisto di un illuminatore più potente.

Altri aspetti da considerare per una scelta adeguata degli illuminatori sono:

  • illuminazione uniforme
  • costo di manutenzione
  • angolo di illuminazione

La nuova tecnologia di diffusione della luce tramite lenti olografiche (come nel caso delle lenti VARIO), rappresenta la soluzione ideale per tutti gli impianti TVCC,  con i quali è possibile ottenere immagini di qualità grazie alla tecnologia HRT che garantisce un’illuminazione uniforme.

illuminatori

Ecco i punti fondamentali da valutare:

  • Necessario quantificare il tempo di archiviazione della registrazione, anche in base all’attuale legge privacy nella videosorveglianza.
  • Possibile scelta di registrazione a bordo telecamera (se provvista di SD interna) o esterna tramite NAS-NVR
  • Scelta del tipo di registrazione, se su evento o in modalità continua
  • Scelta della risoluzione e frame rate (immagini per secondo)

Per determinare il volume di archivio e l’occupazione di banda in rete, scarica il pdf Hikvision Banda e Storage

è necessario sapere il target da raggiungere:
– distanza
– altezza
– campo di ripresa

Abbiamo ad esempio una telecamera montata a palo, e vogliamo riprendere un cancello largo 7mt alla distanza di 15mt. La scelta dell’obiettivo andrà calcolata in base a questi dati,

e ad altri fattori: tipo di lente, tipo di telecamera, sensore CMOS/ccd, ecc..

Di seguito una table lens specifica per il brand MOBOTIX

lens-table